IL RITORNO DI PASQUINO

Sui muri di Roma si legge davvero di tutto, e “manifesto selvaggio” imperversa. Mi ha fatto effetto, e ho fotografato, la didascalia alla Pasquino affissa sopra alcuni manifesti dedicati a una normalissima serata in discoteca. Probabilmente erano solo un pretesto, e in fondo il commento poteva essere apposto sopra altri manifesti forse più appropriati, ma una menzione la merita tutta. Da parte di un “veneziano a Roma”, che me ne rendo conto, è molto meno rispetto al famoso “Englishman in New York” di Sting…